esecuzioni nel mondo:

Nel 2018

0

Dal 2000 a oggi

0

legenda:

  • Abolizionista
  • Mantenitore
  • Abolizionista di fatto
  • Moratoria delle esecuzioni
  • Abolizionista per crimini ordinari
  • Impegnato ad abolire la pena di morte

PERÙ

 
governo: repubblica costituzionale
stato dei diritti civili e politici: Libero
costituzione: 29 dicembre 1993
sistema giuridico: basato sul diritto civile
sistema legislativo: monocamerale, Congresso della Repubblica del Perù
sistema giudiziario: Corte Suprema di Giustizia, giudici nominati dal Consiglio Nazionale del Giudiziario
religione: 81% cattolici, altre minoranze
braccio della morte:
Data ultima esecuzioni: 0-0-0
condanne a morte: 0
Esecuzioni: 0
trattati internazionali sui diritti umani e la pena di morte:

Patto Internazionale sui Diritti Civili e Politici

Primo Protocollo Opzionale al Patto

Convenzione sui Diritti del Fanciullo

Convenzione contro la Tortura ed i Trattamenti e le Punizioni Crudeli, Inumane o Degradanti

Convenzione Americana sui diritti umani

Convenzione Inter-Americana contro la Tortura

Statuto della Corte Penale Internazionale (esclude il ricorso alla pena di morte)


situazione:
Il Perù ha abolito la pena di morte nel 1979, anno in cui è avvenuta l’ultima esecuzione. La pena di morte è ancora prevista nel codice militare per il reato di tradimento in tempo di guerra.
Nel 1993 il Parlamento ha approvato una nuova Costituzione che prevede la pena di morte per il reato di “terrorismo”. L’articolo 140 infatti stabilisce: "La pena di morte può essere imposta solo per i crimini di tradimento dello Stato in tempo di guerra e per il reato di terrorismo, in conformità con le leggi e i trattati di cui il Perù è parte."
Questo viola la Convenzione Americana sui Diritti Umani, alla quale il Perù aveva aderito, che all’articolo 4.2 vieta la reintroduzione della pena di morte.
La Corte Inter-Americana dei Diritti Umani, con un parere consultivo emesso il 9 dicembre 1994, ha affermato che “la promulgazione di una legge in manifesto conflitto con gli obblighi assunti da uno stato con la ratifica o l’adesione alla Convenzione [Americana sui Diritti Umani] è una violazione di quel trattato.”
A gennaio 2007, il Parlamento ha respinto la proposta di legge del presidente Alan García che prevedeva la pena di morte per gravi atti di terrorismo.
Il 19 dicembre 2016, il Peù ha nuovamente votato in favore della risoluzione per una moratoria delle esecuzioni capitali all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite.

 

Americhe