esecuzioni nel mondo:

Nel 2018

0

Dal 2000 a oggi

0

legenda:

  • Abolizionista
  • Mantenitore
  • Abolizionista di fatto
  • Moratoria delle esecuzioni
  • Abolizionista per crimini ordinari
  • Impegnato ad abolire la pena di morte

FRANCIA

 
governo: repubblica semi-presidenziale
stato dei diritti civili e politici: Libero
costituzione: 28 settembre 1958, emendata nel 1962, nel 1992 e nel 1993
sistema giuridico: basato sul diritto civile; è prevista la revisione di atti amministrativi ma non di quelli legislativi
sistema legislativo: Parlamento bicamerale, Senato e Assemblea Nazionale
sistema giudiziario: Corte Suprema d'Appello, su designazione dell'Alto Consiglio Giudiziario e nomina presidenziale; Consiglio Costituzionale; Consiglio di Stato
religione: Cristiani 63-66%, Musulmani 7-9%, Buddisti 0.5-0.75%, Ebrei 0.5-0.75%, altri 0.5-1.0%, niente 23-28%
braccio della morte:
Data ultima esecuzioni: 0-0-0
condanne a morte: 0
Esecuzioni: 0
trattati internazionali sui diritti umani e la pena di morte:

Patto Internazionale sui Diritti Civili e Politici

Primo Protocollo Opzionale al Patto

Secondo Protocollo Opzionale al Patto (per l'abolizione della pena di morte)

Convenzione sui Diritti del Fanciullo

Convenzione contro la Tortura ed i Trattamenti e le Punizioni Crudeli, Inumane o Degradanti

Convenzione Europea per la Protezione dei Diritti Umani e delle Libertà Fondamentali

Sesto Protocollo alla Convenzione Europea per la Protezione dei Diritti Umani e delle Libertà Fondamentali, relativo all'abolizione della pena di morte eccetto che per atti commessi in tempo di guerra o nell’imminenza di una guerra

Tredicesimo Protocollo alla Convenzione Europea per la Protezione dei Diritti Umani e delle Libertà Fondamentali, relativo all'abolizione della pena di morte in tutte le circostanze

Convenzione Europea per la Prevenzione della Tortura e dei Trattamenti e Punizioni Inumane e Degradanti

Statuto della Corte Penale Internazionale (esclude il ricorso alla pena di morte)


situazione:
La Francia è totalmente abolizionista dal 1981 soprattutto grazie agli sforzi dell'allora Ministro della Giustizia, il socialista Robert Badinter. La Francia rifiuta l'estradizione di prigionieri in paesi in cui rischiano la pena di morte.
Il 30 gennaio 2007, l’Assemblea Nazionale francese ha deciso all’unanimità di eliminare la pena di morte dalla Costituzione: 'Nessuno può essere condannato alla pena di morte', recita l'articolo unico del progetto di legge costituzionale che modifica il titolo VIII della Carta fondamentale.
L'ultima esecuzione pubblica in Francia è avvenuta il 17 giugno 1939, quando Eugene Weidmann fu ghigliottinato a Versailles davanti alla folla. La Francia ha poi bandito le esecuzioni pubbliche, continuando ad eseguirle all'interno delle prigioni fino al 1977. L'ultima persona ad essere giustiziata è stato Hamida Djandoubi, un immigrato tunisino, condannato per omicidio e ghigliottinato il 10 settembre 1977 nella prigione di Baumetes, a Marsiglia.
Il 19 dicembre 2016, come negli anni precedenti, la Francia ha cosponsorizzato e votato in favore della risoluzione per una moratoria delle esecuzioni capitali all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite.

 

notizie


 

NOTIZIE

 
 
 

 

Europa