esecuzioni nel mondo:

Nel 2018

0

Dal 2000 a oggi

0

legenda:

  • Abolizionista
  • Mantenitore
  • Abolizionista di fatto
  • Moratoria delle esecuzioni
  • Abolizionista per crimini ordinari
  • Impegnato ad abolire la pena di morte

LETTONIA

 
governo: democrazia parlamentare
stato dei diritti civili e politici: Libero
costituzione: la legge costituzionale del 1991 ha integrato la Costituzione del 1922
sistema giuridico: basato sul diritto civile con tracce della tradizione socialista
sistema legislativo: Parlamento monocamerale (Saeima)
sistema giudiziario: Corte Suprema, giudici confermati dal Parlamento; Corte Costituzionale, giudici confermati dal Parlamento.
religione: maggioranza luterana, minoranze cattoliche, ortodosse ed ebree
braccio della morte:
Data ultima esecuzioni: 0-0-0
condanne a morte: 0
Esecuzioni: 0
trattati internazionali sui diritti umani e la pena di morte:

Patto Internazionale sui Diritti Civili e Politici

Primo Protocollo Opzionale al Patto

Secondo Protocollo Opzionale al Patto (per l'abolizione della pena di morte)

Convenzione sui Diritti del Fanciullo

Convenzione contro la Tortura ed i Trattamenti e le Punizioni Crudeli, Inumane o Degradanti

Convenzione Europea per la Protezione dei Diritti Umani e delle Libertà Fondamentali

Sesto Protocollo alla Convenzione Europea per la Protezione dei Diritti Umani e delle Libertà Fondamentali, relativo all'abolizione della pena di morte eccetto che per atti commessi in tempo di guerra o nell’imminenza di una guerra

Tredicesimo Protocollo alla Convenzione Europea per la Protezione dei Diritti Umani e delle Libertà Fondamentali, relativo all'abolizione della pena di morte in tutte le circostanze

Convenzione Europea per la Prevenzione della Tortura e dei Trattamenti e Punizioni Inumane e Degradanti

Statuto della Corte Penale Internazionale (esclude il ricorso alla pena di morte)


situazione:
Il 26 gennaio 2012, la Lettonia ha ratificato il Tredicesimo Protocollo alla Convenzione Europea per la Salvaguardia dei Diritti dell’Uomo e delle Libertà Fondamentali, relativo all’abolizione della pena di morte in ogni circostanza.
La Lettonia lo aveva firmato nel 2002 e la legge di ratifica è stata adottata dal Parlamento il 13 ottobre 2011.
La Lettonia è stato l’ultimo Paese dell’Unione Europea a mantenere la pena capitale per omicidio, ma solo in tempo di guerra.
La Lettonia ha riconquistato l’indipendenza nel 1991 dopo la caduta dell’Unione Sovietica. Successivamente, la pena di morte per crimini ordinari è stata riservata al solo omicidio e l’unico metodo di esecuzione, come durante il periodo sovietico, è stato il colpo di pistola alla nuca.
Le ultime esecuzioni hanno avuto luogo nel gennaio 1996, ma le condanne a morte sono continuate fino al 1998.
Il 15 aprile 1999 la pena di morte in tempo di pace è stata abolita con la ratifica del Sesto Protocollo alla Convenzione europea dei diritti umani.

Il 19 dicembre 2016, la Lettonia ha nuovamente co-sponsorizzato e votato a favore della Risoluzione per una Moratoria delle esecuzioni capitali all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite.
Il 29 settembre 2017, la Lettonia ha votato in favore della risoluzione sulla pena di morte alla 36° sessione del Consiglio diritti umani delle Nazioni Unite.

 

Europa