USA - Nevada. Il Nuovo protocollo di iniezione letale otto giorni prima della prevista esecuzione di Scott Dozier

08 Luglio 2018 :

Il Nevada annuncia il nuovo protocollo di iniezione letale otto giorni prima della prevista esecuzione di Scott Dozier (11 luglio). Il nuovo protocollo è basato su 3 farmaci: Midazolam, Fentanil (oppioide)e Cisatracurio (rilassante muscolare, più precisamente un bloccante neuromuscolare). Il cambiamento dell'ultimo minuto ha indotto l'ACLU del Nevada a presentare una richiesta di emergenza di accesso agli atti alla ricerca di ulteriori informazioni sui farmaci che lo stato utilizzerà. Nel novembre 2017, il Nevada aveva annunciato un protocollo diverso, non sperimentato, basato su Diazepam (Valium), Fentanil e Cisatracurio. Un tribunale del Nevada a novembre aveva dichiarato incostituzionale tale protocollo dopo aver considerato le prove mediche che il protocollo così composto potesse causare a Dozier "fame d'aria" e “morte per soffocamento”, sintomi però “mascherati” dal farmaco paralitico, il Cisatracurio, che non avrebbe alleviato le sofferenze durante le esecuzioni, ma provocando la paralisi muscolare avrebbe solo impedito al condannato di mostrarle.  I procuratori del Nevada hanno presentato ricorso e la Corte Suprema del Nevada ha annullato la sentenza per motivi procedurali, consentendo il proseguimento dell'esecuzione. Durante il corso dell'appello dello stato, tuttavia, la fornitura di Diazepam è scaduta, lasciando il Nevada con la scelta di ritardare l'esecuzione o di cambiare il suo protocollo. La ACLU è stata particolarmente critica nei confronti del passaggio del protocollo al Midazolam, che è stato usato nelle esecuzioni fallite di Dennis McGuire in Ohio, Clayton Lockett in Oklahoma, Joseph Wood in Arizona e Ronald Smith in Alabama e in esecuzioni problematiche in Arkansas e Virginia. "Penso che lo stato del Nevada dovrebbe riflettere molto attentamente se vuole usarlo, specialmente per la sua storia molto preoccupante e la sua associazione con le esecuzioni fallite", ha detto Amy Rose, il direttore legale della ACLU del Nevada. Il paralitico, sostengono, potrebbe potenzialmente mascherare il dolore serio che i prigionieri subiscono durante le esecuzioni. L’azione legale avviata cerca informazioni sul processo utilizzato per formare il protocollo, gli ordini di acquisto per i farmaci e l'uso di una nuova camera di esecuzione. Dozier ha rinunciato ai suoi appelli, permettendo alla sua esecuzione di procedere senza completare la revisione giudiziaria della costituzionalità della sua condanna e della condanna a morte. Sarebbe la prima persona giustiziata in Nevada dal 2006, e la sua esecuzione sarebbe stata la prima ad aver luogo nella nuova camera ella morte che lo stato ha costruito nel 2016 spendendo $ 860.000. Lo stato ha giustiziato dodici persone dagli anni '70, undici dei quali avevano rinunciato ai loro appelli.

 

altre news