USA - New York. Dopo la presa di posizione di Papa Francesco, il Governatore Andrew Cuomo perseguirà l’abolizione anche formale della pena di morte nello stato.

15 Agosto 2018 :

Dopo la presa di posizione di Papa Francesco, che ieri ha reso noto di aver disposto la cancellazione dell’ipotesi di pena di more dalle indicazioni fornite del Catechismo della Chiesa Cattolica, il Governatore dello stato di New York, Andrew Cuomo ha detto che perseguirà l’abolizione anche formale della pena di morte dal suo stato. Cuomo, 60 anni, bianco, Democratico, cattolico, in carica dal 1° gennaio 2011 (ora al secondo mandato), in passato è stato anche Procuratore Generale dello Stato, ed è figlio di Mario Cuomo, un deciso oppositore della pena di morte e governatore per 3 mandati, dal 1983 al 1994. Come è noto, nello stato di New York è in vigore una moratoria de facto perché il 24 giugno 2004 (vedi) la Corte d’Appello aveva dichiarato incostituzionale la legge capitale nella parte in cui prevedeva che il giudice spiegasse alla giuria popolare la possibilità di scegliere tra ergastolo senza condizionale e pena di morte, spiegando anche che nel caso i giurati non avessero raggiunto l’unanimità per l’una o l’altra condanna, compito del giudice sarebbe stato emettere una sentenza all’ergastolo, condanna che prevede la possibilità di libertà condizionale dopo aver scontato 20 anni. La Corte d’Appello aveva ritenuto che informare esplicitamente i giurati che in caso di stallo il condannato avrebbe potuto un giorno essere scarcerato avrebbe potuto indurre i giurati popolari a votare a favore della condanna a morte anche quando in realtà preferirebbero l’ergastolo senza condizionale. Da allora i repubblicani hanno più volte tentato di correggere la legge secondo quanto suggerito dalla Corte d’Appello, ma sono sempre stati bloccati dai Democratici, che invece preferiscono lasciare le cose come stanno. Si tratta di un compromesso, in cui la pena di morte non viene abolita, ma in compenso non viene varata la nuova legge che la rimetta in vigore. L’ultima esecuzione nello stato di New York risale al 1963.

 

altre news