USA - Virginia. Una giuria popolare NON ha condannato a morte Ronald Hamilton

29 Ottobre 2018 :

Una giuria popolare della Prince William County NON ha condannato a morte Ronald Hamilton, 34 anni, nero, accusato di aver ucciso una poliziotta bianca. Hamilton è un ex sergente dell’esercito che ha prestato due turni di servizio in Iraq, ed è figlio di un agente di polizia che ha prestato servizio anche alla Casa Bianca. Il 27 febbraio 2016 la moglie dell’uomo, Crystal Hamilton, aveva chiamato il pronto intervento della polizia per chiedere aiuto. Ronald Hamilton sparò sia alla moglie, sia agli agenti intervenuti, uccidendo la moglie, una agente, Ashley Guindon, 29 anni, bianca, al suo primo giorno di lavoro, e ferendo gravemente gli agenti Jesse Hempen e David McKeown. La giuria popolare ha votato 6-6 sulla condanna a morte per l’omicidio della moglie, e all’unanimità per l’ergastolo senza condizionale per l’omicidio dell’agente. In mancanza dell’unanimità, anche per l’omicidio della moglie Hamilton è stato condannato all’ergastolo senza condizionale. Il caso ha suscitato l’attenzione dei media in considerazione dello status di “veterano” dell’imputato, tra l’altro con un ottimo stato di servizio. Come è capitato in altri processi simili, la pubblica accusa ha utilizzato l’esperienza militare di Hamilton come una aggravante. Tra l’altro Hamilton aveva proposto un accordo alla pubblica accusa offrendo di dichiararsi colpevole in cambio di una condanna all’ergastolo senza condizionale, accordo che però l’accusa ha rifiutato. Il padre dell’imputato, Ronald W. Hamilton Senior, che è andato in pensione come vicecapo della polizia di Charleston, in South Carolina, ha testimoniato a favore del figlio, pur dicendo che la sua posizione era divisa tra il poliziotto che simpatizza per le vittime, e il padre, che chiede clemenza per il figlio. In Virginia non vengono emesse condanne a morte dal 2011, e la Prince William County, in uno studio di alcuni anni fa (vedi NtC 02/10/2013), risultava essere una delle contee con la più alta incidenza sia di condanne a morte che di esecuzioni. Quello studio calcolava che oltre il 50% delle condanne e delle esecuzioni erano concentrate nel 2% delle contee Usa.

 

altre news